Il sito utilizza cookies propri e di terze parti. Utilizziamo i cookie per migliorare la navigazione sul sito.

Di seguito le date di prenotazione per l'estate 2018, suddivise per categorie:

Da giovedì 30 Novembre 2017 per i residenti in provincia di Belluno.
Da venerdì 1 dicembre 2017* per gli altri.

  • Famiglie

Per TUTTE le famiglie sia residenti in provincia di Belluno che fuori provincia, con bambini nati dal 2004 in poi, le prenotazioni per il 2018 avverranno nelle seguenti date, senza bisogno di alcuna pre-iscrizione:

Dall' 08 febbraio fam.bellunesi e non residenti in prov di BL, con almeno 4 figli (fratelli!) nati dal 2004 in poi
Dal 12 febbraio* fam.bellunesi e non residenti in prov.BL, con 3 figli nati dal 2004 in poi
Dal 14 febbraio* fam.bellunesi con 2 figli nati dal 2004 in poi
Dal 15 febbraio* fam.non residenti in prov.di belluno con 2 figli nati dal 2004 in poi
Dal 19 febbraio* fam. bellunesi con 1 figlio nati dal 2004 in poi
Dal 20 febbraio* fam.non residenti in prov.di Belluno con 1 figlio nato dal 2004 in poi

Dal 22 Febbraio* per TUTTE le famiglie bellunesi e non, senza figli o con figli nati prima del 2004.

Per le modalità di prenotazione ...

Leggi tutto...

Stampa

E' possibile a questo link, aggiornare le anagrafiche della propria prenotazione (modificare/completare i dati, variare il tipo di trattamento, aggiungere o rimuovere partecipanti, verificare la completezza dei dati forniti per le operazioni di check-in) direttamente on-line, basta essere in possesso del numero di prenotazione e della password riportati nella lettera di conferma.

La chiesa del Villaggio, vista da dentro, mostra la chiglia e le costole di uno scafo rovesciato. È una barca capovolta perché è pronta a salpare verso rotte che non sono le rotte di questo mondo. A poppa però è aperta, ma non imbarca acqua: lo è per permettere a tutti di salire a bordo. Con amore infatti il suo progettista ha voluto fare in modo che nessuno restasse senza posto!

Quest’anno vogliamo varare al Villaggio un nuovo servizio, reso possibile grazie alla disponibilità dei volontari dell’Associazione Amici dei Disabili e dei Minori. Un aiuto che vuol essere prima di tutto una vicinanza, perché nessuno si senta lasciato a terra. In particolare invitiamo le persone con disabilità e le loro famiglie a segnalarci il proprio interesse ad usufruire di semplici servizi quali ad esempio l’accompagnamento in una passeggiata in spiaggia e all’interno del villaggio, un aiuto nel momento del pasto o per alzarsi e distendersi sul letto.

I volontari non sono operatori sanitari, infermieri o medici, ma sanno che la navigazione, anche sulla barca di  Pietro, è un’arte che richiede una squadra affiatata in cui nessuno resti in disparte.
Contattateci quindi per tempo all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. per suggerirci le vostre richieste o per segnalarci la vostra disponibilità a fare del volontariato, sapendo che non tutto potrà essere fatto fin da subito ma che l’entusiasmo è un vento che porta lontano.

Stampa

Hanno diritto a prenotare il proprio soggiorno nei periodi riservati riservati alle persone con disabilità i nuclei familiari al cui interno vi siano persone:

  • che necessitino anche solo temporaneamente (ad esempio in seguito ad infortuni) di un locale privo di barriere architettoniche ed accessibile alle carrozzine oppure

  • alle quali sia stata riconosciuta la connotazione di gravità del proprio stato di handicap attraverso il verbale di handicap (ex legge 104/92) oppure

  • alle quali il verbale di accertamento di invalidità civile attribuisca una delle seguenti dizioni:
    invalido con totale e permanente inabilità lavorativa (artt. 2 e 12, L. 118/1971): 100%;
    invalido con totale e permanente inabilità lavorativa 100% e impossibilità a deambulare senza l'aiuto permanente di un accompagnatore (L. 18/1980 e L. 508/1988);
    invalido con totale e permanente inabilità lavorativa 100% e con necessità di assistenza continua non essendo in grado di svolgere gli atti quotidiani della vita (L. 18/1980 e L. 508/1988);
    minore con difficoltà persistenti a svolgere le funzioni proprie dell'età o con perdita uditiva superiore a 60 decibel nell'orecchio migliore nelle frequenze 500, 1000, 2000 hertz (L. 289/1990);
    ultra65enne con impossibilità a deambulare senza l'aiuto permanente di un accompagnatore (L. 18/1980 e L. 508/1988); ultra65enne con necessità di assistenza continua non essendo in grado di svolgere gli atti quotidiani della vita (L. 18/1980 e L. 508/1988).

  • Eventuali deroghe particolari possono essere valutate direttamente con la direzione chiamando l'ufficio di Belluno al  0437/942360 dal lun al ven dalle ore 8.00 alle ore 13.00 ed il merc.pom. dalle ore 14.00 alle ore 17.00 oppure inviando un' e-mail a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.